INDIRIZZO()


La funzione INDIRIZZO(riga;col;[ass];[a1],[foglio]) trasforma un indirizzo in una stringa testuale (mentre INDIRETTO() trasforma una stringa testuale in un indirizzo).

riga e' il numero di riga da utilizzare nel riferimento di cella

col e' il numero di colonna da utilizzare nel riferimento di cella

ass specifica il tipo di riferimento: 1 = assoluto, 2 = riga assoluta/colonna relativa, 3 = riga relativa/colonna assoluta, 4 = relativo

a1 e' un valore logico che specifica lo stile di riferimento, se vero il risultato verra' scritto in stile A1 (per noi lo standard), se falso il risultato verra' scritto ion stile R1C1

foglio e' il nome indicante il foglio di lavoro da utilizzare come riferimento esterno.


Quindi INDIRIZZO(2;1;1;1) da come risultato $A$2 ,invece INDIRIZZO(2;1;4;1) da come risultato A2. Notare che il risultato e' in forma testuale!!

Allora, se in A2 scrivo 4 e in B2 scrivo 6, la formula

SOMMA(INDIRIZZO(2;1;4;1):INDIRIZZO(2;2;4;1))
non e' corretta, lo e' invece

SOMMA(INDIRETTO(INDIRIZZO(2;1;4;1)):INDIRETTO(INDIRIZZO(2;2;4;1))
)

La funzione INDIRIZZO() vuole i parametri riga e col scritti in forma numerica, e questo in effetti non e' molto comodo... Per questo spesso viene utilizzata insieme a RIF.RIGA() e RIF.COLONNA().


rimappare un database utilizz. INDIRIZZO() e INDIRETTO()




Ne vediamo qui un'applicazione tratta da una situazione reale che vede come input un insieme di dati scritto come non si vorrebbe mai vedere, e dal quale bisogna estrarre alcune informazioni.  Grazie alla funzione INDIRIZZO() unita a INDIRETTO(), RIF.RIGA(), RIF.COLONNA() riusciamo a risolvere il problema in modo veloce e molto efficace.

sheet di riferimento scaricabile: rimappare un databse con INDIRIZZO() e INDITRETTO()










lunghezza video: 13:33



prossima sessione: ( di prossima uscita)