Tabelle Pivot: un esempio di utilizzo

sessione precedente: Elementi di Calcolo Matriciale


Le tabelle Pivot non sono altro che tabelle riassuntive: una volta impostato i parametri, e lo si fa tramite una semplice interfaccia utente, la tabella pivot e' in grado di estrarre e tabellare tutte le informazioni cercate, eseguire delle elaborazioni e produrre un risultato che puo' essere poi formattato a piacere e graficato come meglio l'utente desidera.

La domanda che spesso viene posta e': ma le tabelle Pivot sono uno strumento realmente utile?

La risposta e': dipende sempre da quale e' il nostro obiettivo.

Il problema principale e' che con la tabella Pivot si perde il controllo sulla formattazione dei dati. Per esempio aggiungendo elementi al database di input, la tabella potrebbe venire riformattata (aggiungendo righe o colonne), il che potrebbe rendere un report o una Dashboard di difficile gestione, se l'avessimo li' incorporata.

Pero' le Pivot sono senza dubbio uno strumento molto potente per interrogare un database: in maniera molto veloce posso cambiare i parametri di interrogazione e produrre un risultato anche molto professionale a vedersi.

Quindi:

  • Se devo interrogare un database e produrre come risultato un' unica tabella e magari cambiarla a seconda delle esigenze, le tabelle Pivot possono dare un ottimo contributo


  • Se invece lavoro con report piu' complessi, con dashboard o con grafici altrettanto complicati, il suggerimento e' agire in maniera differente e non utilizzare nessuna tabella Pivot


Nel video vediamocome generare alcune Tabelle Pivot partendo dal solito database e prendendo come riferiento alcune tabelle gia' ottenute per via "tradizionale".


Tabelle Pivot: esempio di utilizzo

lunghezza video: 16:54


Worksheet di riferimento: Tabelle Pivot: un esempio di utilizzo


sessione successiva: introduzione alle Slicers